Spesso mi viene rivolta questa domanda: perchè il mio cane mi ascolta e fa quello che gli chiedo solo se ho il premio in mano? Che sia un biscotto o un pezzetto di wurstel o di formaggio: davvero non si può fare a meno del premio in cibo per chiedere qualcosa ai nostri cani?

Bisogna tenere a mente alcuni aspetti fondamentali:

  • quando il cane impara un nuovo esercizio bisogna premiarlo OGNI VOLTA che lo esegue correttamente
  • una volta che il cane l’ha imparato è possibile passare al RINFORZO VARIABILE, che consiste nel premiare il cane solo ogni tanto, magari in seguito alle performance migliori o eseguite in situazioni più difficili
  • variamo anche la tipologia e la qualità dei premi: premi in cibo diversi, oppure il gioco, le attenzioni, una carezza, uno sguardo…premio è tutto ciò che il cane desidera in quel momento
  • teniamo a mente una cosa fondamentale: il nostro cane potrebbe anche non aver voglia di fare quello che gli stiamo chiedendo in quel momento e pretenderlo lo stesso è una mancanza di rispetto nei suoi confronti. Dai nostri amici a 2 zampe non pretendiamo obbedienza, perchè dovremmo farlo invece con i nostri migliori amici a 4 zampe?
  • è importante che risponda in modo sempre affidabile a segnali “salvavita” come il richiamo o il fermo ma, per il resto, se desideriamo che esegua quanto richiesto, sta a noi saperlo coinvolgere e motivare nel modo giusto.

Guarda il video “Il mio cane non mi ascolta se non ho i premi” per saperne di più!

Il mio cane non ascolta senza premi: cosa devo fare? ultima modifica: 2016-05-20T14:48:46+00:00 da irene sofia
FacebooktwitterpinterestmailFacebooktwitterpinterestmail