E’ arrivato il momento di mettere l’antiparassitario al nostro cane! Con la Primavera e con il caldo, infatti, arrivano purtroppo anche i parassiti dei nostri animali domestici. E’ quindi opportuno conoscere quali sono gli antiparassitari in commercio e come difendere al meglio i nostri amici a 4 zampe.

La prima cosa da fare è ovviamente rivolgersi al nostro veterinario di fiducia che ci può dare molti consigli utili perché conosce il nostro cane e la zona che frequenta.

Che tipo di antiparassitario scegliere?

Antiparassitari naturali e chimici:

  • Naturali: a base di tea tree oil, piretro, olio di neem… necessitano di un’applicazione costante e durano generalmente meno rispetto a quelli chimici. Durata massima un mese
  • Chimici: generalmente più efficaci, hanno un’azione immediata e più prolungata, da un mese in su. Hanno però una certa dose di tossicità. E’ importante pertanto usare cautela con categorie delicate come i cuccioli o le femmine gravide, anche se esistono prodotti appositi per loro. Essendo tendenzialmente più forti possono portare a sensibilità dermatologiche o a reazioni allergiche in alcuni soggetti predisposti. Mi raccomando: attenzione a chi ha i gatti! Alcuni prodotti formulati appositamente per i cani sono altamente tossici per i gatti.

Tipi di formulazioni:

  • Spray: si spruzzano direttamente sul pelo e non penetrano nella cute
  • Fialette spot on: il liquido si applica sulla pelle in alcuni punti e penetra nella cute
  • Collari: il rilascio è continuo e dura fino a 4 mesi
  • Lozioni: possono essere anche curative
  • Salviette: hanno un effetto blando e una durata limitata ma si possono utilizzare occasionalmente in situazioni particolari

Generalmente tutti gli antiparassitari sono resistenti all’acqua a parte i primi giorni dopo l’applicazione.

Quali sono i parassiti da cui proteggere il nostro cane?

Sono purtroppo numerosi e possono trasmettere malattie anche molto gravi: pulci, zecche, flebotomi, zanzare, pidocchi masticatori, pappataci…

zecca cane

Il tipo di prodotto da scegliere e la frequenza di applicazione dipendono dalla zona frequentata e da quali sono i parassiti presenti. Per esempio, un cane che vive in città avrà meno necessità di essere protetto rispetto a un cane che vive in campagna o frequenta spesso zone con l’erba alta.

Ricordatevi anche che è importante informarsi bene prima di andare in vacanza o a fare una gita: l’incidenza e il tipo di parassiti possono infatti essere molto diversi rispetto a quelli in cui viviamo. E’ bene quindi anche in questo caso chiedere consiglio al veterinario e prendere tutti gli accorgimenti possibili!

Per approfondire guarda il video Quali antiparassitari scegliere?

Antiparassitario per il cane: quale scegliere? ultima modifica: 2017-04-04T12:09:36+00:00 da irene sofia
FacebooktwitterpinterestmailFacebooktwitterpinterestmail